Il 4 febbraio è la giornata dei calzini spaiati,  metafora della diversità e del fatto che colore, lunghezza, forma e dimensione non cambiano la natura delle cose: restano sempre calzini. Le alunne e gli alunni delle classi II e III D Pianciani si sono divertiti a indossare per un giorno calzini diversi a dimostrazione che l’unicità è sempre un grande valore. L’iniziativa viene celebrata il primo venerdì di febbraio ed è ormai diventata anche un fenomeno social che ha l’obiettivo di lanciare un messaggio di solidarietà e inclusione. C’è tutto un mondo da scoprire dietro la Giornata dei calzini spaiati. Partecipare è semplicissimo: basta indossare un calzino diverso dell’altro, non abbinandoli tra loro, meglio ancora di colori differenti e fantasie scoordinate. Un’iniziativa tanto semplice quanto profonda nel suo significato. L’obiettivo è quello di sensibilizzare verso una tematica universale e inclusiva, basata sul rispetto reciproco, sulla solidarietà, sull’accettazione dell’altro da sé. Diversità è bellezza, insomma, e aiuta a non sentire il peso della solitudine. Ora più che mai, visto anche il delicato momento che si sta attraversando per via della pandemia. Un modo per non sentirsi esclusi, alienati e disorientati. Un antidoto all’isolamento e alla solitudine, la stessa sensazione provata da un calzino che smarrisce il compagno. Aderire e partecipare è semplicissimo: basta indossare due calzini che non siano abbinati tra loro e postare una foto sui social.     https://youtu.be/X__OWJBHBXg